Un buon caffè

tazzulella-cafe1“Il caffè è il balsamo del cuore e dello spirito”

(Giuseppe Verdi)


tazzulella-cafe2Oggi è una bella giornata di sole, sono in macchina per andare all’aeroporto, e prendere il volo per Milano come ogni lunedì mattina. Tanti pensieri mi vengono in mente, ma nonostante il sole mi baci in fronte attraverso il finestrino, nessun pensiero mi fa sorridere. Oi oi ragazza c’è da preoccuparsi, neanche guardando indietro nel tempo ti ricordi un aneddoto divertente, eppure di strada ne hai fatta..

Forse è un periodo triste, di cambiamento e allora non c’è motivo di sorridere. Invece no, non voglio entrare nel tritacarne mediatico che non ci da aspettative, ci abbrutisce, si perché anche questo influisce, siamo un paese povero, senza una vicina prospettiva di ripresa, così abbiamo il diritto di essere irritati e maleducati. Allora vi racconto cosa mi è successo ieri. Ero al bar con una amica, volevamo un caffè prima di entrare al cinema, un film che vi consiglio tazzulella-cafe3“la kryptonite nella borsa” di Ivan Cotroneo, divertente, ironico e attuale, nonostante sia ambientato in una Napoli anni ’70.

Io vado alla cassa a pagare, lei al banco per chiedere i caffè. La mossa era “facciamo prima mancano pochi minuti all’inizio del film”. Davanti a me alla cassa un gruppo di persone di mezza età, il gruppo si allontana (credo abbiano fatto il nostro stesso pensiero) si spostano verso il bancone e una donna si accinge a pagare (come sono cambiati i tempi). Io in fila attendo il mio turno e pago i caffè, vado al banco e trovo la mia amica fuori dalla grazia di Dio, che fra sè e sè borbottava sull’ignoranza umana perché il gruppo l’aveva prepotentemente scansata e preso il suo posto. Essendo lei alquanto indisposta mi faccio avanti al banco ed ordino con tono deciso i due caffè, che purtroppo non abbiamo assaporato, ma ingurgitato visto il tanto tempo impiegato.

tazzulella-cafe4

Siamo arrivate puntuali per l’inizio del film, ma la domanda è : dov’è finita l’educazione ? e sti “ommini” sò davvero “ommini” ? Dov’è la nota allegra? Ogni tanto un film di gusto che ti lascia serena almeno per un po’.

tazzulella-cafe5

© Antonella Biscardi